Arezzo Wave 2001 – wakeup stage

Wake Up Stage si svolse in questa edizione presso l’Anfiteatro Romano di Arezzo

4 Luglio

Tau Batò (Local Band)
Mantra Turbato (Local Band)
Slim (Emilia Romagna)
Tedio (Trentino Alto Adige)

5 Luglio

Filofobia (Local Band)
E.S.S. (Local Band)
Anais (Liguria)
Proteus 911 (Calabria)

6 Luglio

Sin Khole (Local Band )
Femme Publique (Valle d’ Aosta)
Trust No1 (Friuli Venezia Giulia)
Duende (Sardegna)

7 Luglio

Grido de Rua (Local Band)
Mr.Steady Dudes (Piemonte)
Serifs (Lombardia)
Ar.Ca.Dia (Basilicata)

8 Luglio

One of These Days (Local Band)
Punch & Judy (Lazio)
Mano Vega (Lazio)
Drunken Butterfly (Marche)

Gli Amari nascono nel 1996. Nascono dall’idea malsana di Pasta e Dariella di vedere cosa potevano ricavare dall’hip hop se lo tormentavano un po’. Con un campionatore e parecchio spleen adolescenziale, i due iniziano una gavetta fatta di cassettine e concerti: funziona e si fanno un po’ conoscere. Ma i due non ce la fanno ad accontentarsi, e introducono nella band Cero, bassista convinto di suonare il violino e, dall’esperienza del Contingente, recuperano il dj H.C.Rebel. Così, a quattro, ricominciano a fare altro. Ne viene fuori un miscuglio di rock, psichedelia, hip hop deviato il tutto spacciato per semplice rap.

Vincono Arezzo Wave del 2001 e pubblicano su Riotmaker il frutto di questo anno di sound, “Corporali”: si scopre che dentro c’è l’elettronica e pure il post-rock, ed un sacco di gastrite. Lo staff di Arezzo Wave decide di prenderli sotto la propria ala e li riporta in studio per pubblicare nuovo materiale.