Arezzo Wave Band Abruzzo 2015!

Schermata 2015-04-22 alle 18.12.38
 

Bella musica, bella gente!

Stupenda serata di musica e amicizia nella finale regionale. La vittoria finale ai Dr. Quentin & friends. Per loro subito il concerto a Aspettando il primo maggio. In preparazione il CD dell’edizione 2015.

È stata una bellissima serata quella dell’edizione 2015 del Arezzo Wave Abruzzo, al Garbage live club di Pratola Peligna sono accorsi le band ritenute più interessanti del panorama musicale abruzzese attuale. In un contesto di grande amicizia e fair play numerose sono state le nuove amicizie ed i rincontri di diversi musicisti della scena rock regionale. Titolari di etichette musicali che allacciano nuovi progetti, musicisti di lungo corso che ascoltano brani degli “ultimi arrivi”, tutto in ambiente che ha favorito scambi di mail e di contatti.
La competizione, perché in fondo di questo stiamo parlando, è rimasta come legante di una serata piacevole e priva di alcun problema. Le quattro formazioni in gara hanno avuto 25 minuti ciascuna perfar ascoltare i propri brani, rigorosamente originali.

A rompere il ghiaccio ci hanno pensato Gli ultimi uomini sulla terra, nuova formazione da Lanciano composta però da due vecchie conoscenze. “Gli ultimi sono” stati i primi a suonare e con i loro effetti larsen e ritmi reiterati hanno proposto brani del nuovo album “Monkey Suicide”. Sempre affascinanti e spigolosi, i loro testi affrontano a viso aperto la realtà glocal quotidiana.

Secondo a salire sul palco è stato Dr. Quentin & friends, che per questa serata ha scelto di offrire una performance assolo, chitarra acustica e voce. Sfoggiando una invidiabile capacità di tenere il palco ha eseguito brani reggae, ma poi ha liberato anche la diverse venature pop e folk. Con un approccio da buskers ha incantato il pubblico presente, favorito certamente anche dal fatto di “giocare in casa”. Aiutato da una voce salda e calibrata ha realizzato un vero one-man-show. 

Set sicuramente più elaborato ed affinato quello degli Edith aveva un fondo nichilista, che con un attento gioco sonoro, l’incrocio di tre chitarrre elettriche e l’uso di fonti sonore diverse ha accompagnato il pubblico in paesaggi sonori sospesi. Tra ambient e sperimantale, psichedelia e post-rock, gli Edith si sono fatti notare per la precisione esecutiva e l’elaborazione dei brani, a fine set la zampata finale dal groove più marcato ha scoperto altre affinità latenti dei chietini.

La chiusura della serata è stata affidata ai Two fates. Il duo di Colonnella, già si era fatto notare nella scorsa edizione del concorso arrivando ad un pelo dalla vittoria. Accompagnati dalla loro strumentazione elettronica autoprodotta, i Two fates si confermano realtà interessante e in evoluzione. Nuovi e vecchi brani ripensati hanno scandito la loro l’esibizione, nuovi beat e contro ritmi, per ricami in bpm. A “tenere a freno” l’esuberanza ritmica c’è sempre la bellissima voce femminile che accompagna le composizioni in zone più calde, a tratti pop. Ma complice del trucco si autocampiona e torna negli ambienti elettronici.

Ben difficile quindi il compito per i giudici chiamati a dover selezionare il gruppo da inviare ad Arezzo.
La giuria, composta da Silvio Pizzica (Ondarock, Rockambula), Giuseppe Ciampagna (musicista – 3rd Alley Recording studio), Giacomo Pasquali (musicista – Touchclay Records), M.o Davide Verticelli (Musicista – Rai Radio 1) e Piero Lucarelli (Franti Rise associazione – Arezzo Wave Network), al termine di un lungo confronto ha scelto di dare il titolo al Dr. Quentin & Firends. Come in ogni finale combattuta che si rispetti un misto di facce scoraggiate e salti di gioia ha accolto l’annuncio del vincente.

Al Dr.Quentin è stato assegnato uno slot anche per l’imminente Aspettando Il Primo Maggio. In virtù di nuove collaborazioni che Arezzo Wave sta stringendo in tutte le regioni italiane il gruppo regionale aprirà il concerto che si terrà a Teramo il prossimo 30 aprile con nomi del calibro di Marlene Kunz ed Antonella Ruggero. Organizzato dall’associazione Big Match rappresenta una chance per potersi far conoscere sempre più.

A conclusione di tutto non bisogna dimenticare che anche quest’anno Franti rise Associazione, con la collaborazione di tutti gli artisti partecipanti, produrrà un demo con i brani in concorso suonati nel concerto delle selezioni 2015. Un promo­CD in distribuzione gratuita presso tutti gli operatori del settore. Maggiori informazioni possono essere ottenute presso la segreteria organizzativa dell’associazione Franti Rise e presso il blog ufficiale dell’associazione frantirise.org