Italia Wave 2011 – Toscana Music Office

Fondazione Arezzo Wave Italia

presenta

Toscana Music Office

edizione 2011

La guida per chi opera nel mondo della musica e dello spettacolo e desidera lavorare in Toscana.
 Realizzata con il contributo della Regione Toscana nell’ambito del progetto La Toscana che Suona.

Il “chi è chi” della musica in Toscana si chiama TOSCANA MUSIC OFFICE.

Scarica il pdf del comunicato stampa

o leggi la versione on-line cliccando su “leggi tutto”

Una guida agile e tascabile che custodisce un vero tesoro: oltre settecento contatti di operatori, agenzie di booking, festival, etichette discografiche, studi di registrazione, club, locali, video-maker, media e ovviamente band, compositori e nuovi talenti…

Giunta alla terza edizione, la guida TOSCANA MUSIC OFFICE nasce dall’esperienza ventennale della Fondazione Arezzo Wave Italia, grazie al sostegno della Regione Toscana e nell’ambito del progetto Giovani Sì/La Toscana che Suona: un concorso, un lungo tour che sta portando le migliori band toscane sui palchi di tutta la Penisola ed un sito, latoscanachesuona.it, dove artisti e operatori possono iscriversi gratuitamente e dove sono rintracciabili tutte le informazioni del TOSCANA MUSIC OFFICE.

La guida – più che raddoppiato il numero di iscritti rispetto al 2010 – è in lingua inglese ed è rivolta soprattutto agli operatori internazionali del settore, ma risulta preziosa anche per chi lavora in Italia e a livello locale.

TOSCANA MUSIC OFFICE sarà presentata al Medimex di Bari, all’Eurosonic di Groningen, al Midem di Cannes, al Babelmed di Marsiglia, all’ILMC di Londra e nell’ambito di altri importanti festival e convegni.

La guida sarà in downloading su www.italiawave.com e copie gratuite potranno essere richieste alla Fondazione Arezzo Wave Italia.

Sfogliando le 37 pagine del TOSCANA MUSIC OFFICE emerge un contesto estremamente dinamico: in un momento di crisi mondiale, possiamo notare come gli spazi per concerti (concert venues) siano aumentati del 150%, rispondendo a una richiesta continua e duratura di musica dal vivo.  Musica da vedere ma anche da suonare, con un occhio/orecchio di riguardo per le band emergenti: oltre 300 quelle censite, ed affiancate da una serie di strutture professionali e opportunità concrete di visibilità e attività.

Il settore dei festival segna invece un ribasso, segno dell’andamento dell’economia musicale, mentre vanno ad incrementarsi i singoli professionisti e le piccole aziende che, con perseveranza, producono, registrano dischi, organizzano eventi…

Attività rilevanti anche dal punto di vista economico. E a cui la Fondazione Arezzo Wave Italia sta offrendo un’altra importante opportunità attraverso Progetto Wave, percorso formativo organizzato in collaborazione con Confcommercio Arezzo e riconosciuto dalla Regione Toscana, per la preparazione di figure professionali nei settori produzione, comunicazione e tecniche audio.

TOSCANA MUSIC OFFICE è realizzata dall’omonimo dipartimento della Fondazione che opera a sostegno delle piccole e medie imprese musicali toscane. Un contributo importante a questa terza edizione viene dagli Assessorati alle Politiche Giovanili e alla Cultura dei Comuni e delle Province toscane, che attraverso il sito latoscanachesuona.it, hanno inserito, aggiornato e verificato le informazioni relative al proprio territorio.

La Fondazione Arezzo Wave Italia, sebbene operi in tutto il territorio italiano e all’estero, nasce in Toscana e in Toscana può fare affidamento sulle sue due sedi e su un network capillare di raccolta e monitoraggio (le Antenne di Italia Wave Network).

Per questo TOSCANA MUSIC OFFICE rappresenta un caso unico in Italia.

news

la finale di Arezzo Wave Piemonte 2024

LA SERATA FINALE.È stato molto difficile scegliere 10 semifinalisti tra le quasi 100 candidature di quest’anno.È stato praticamente impossibile scegliere 4 finalisti tra le 10

news

la finale di Arezzo Wave Piemonte 2024

LA SERATA FINALE.È stato molto difficile scegliere 10 semifinalisti tra le quasi 100 candidature di quest’anno.È stato praticamente impossibile scegliere 4 finalisti tra le 10