Nobraino per arezzowave.com

nobraino main danilogiungato 017

Nuova exclusive per arezzowave.com: i Nobraino, protagonisti di Arezzo Wave Love Festival 2013, ai microfoni di Radio Wave International con Fabio Mugelli, ci regalano due brani live solo per noi, prima della loro performance al Karemaski Multi Art Lab di Arezzo.

Tante date in giro per l’Italia, un nuovo disco per i Nobraino…


Avete chiamato l’ultimo disco “l’ultimo dei nobraio”  ed è il 5° disco, quindi per il 6° dovete trovare un’altra “genialata” di nome.

Eh no perché questo è l’ultimo…. è “L’ultimo dei Nobraino”

ah giusto, questo è l’ultimo…
Ho trovato molto felliniano questo disco, molto romagnolo, forse un po’ più profondo degli altri, ti sei innamorato? Cosa è successo?

Io da bravo scrittore di canzoni tengo sempre un cassetto pieno di brani. Per cui non tutte, anzi poche delle canzoni che sono sull’ultimo nostro disco, sono state scritte recentemente. Io scrivo in continuazione poi metto tutto da parte e le vediamo con i Nobraino; decidiamo cosa è arrangiabile, cosa rispecchia l’umore di quel periodo e si lavora a quello.

Immagino Lorenzo che tutte le canzoni che fanno riferimento alle scorribande fra le “autoreggenti ai reggipetti” siano cose ormai del lontano passato, ce ne sono molte che hanno questo piglio nel nuovo album

Sono un marito modello e un padre modello, ma rimango interessato dell’altro sesso per cui non faccio fatica ad immedesimarmi in storie, in universi paralleli. Sai che gli universi paralleli sono attaccati a noi, quasi ad unirsi con la nostra realtà ma non la toccano mai?!

 

 

 

Vista la tua canzone “Bigamionista” cosa hanno i camionisti che ti incuriosiscono, questo duro rapporto con il gentil sesso?

In realtà quello che veramente mi incuriosisce dei camionisti è il loro rapporto con lo spazio e il tempo, si muovo in continuazione, fanno viaggi di ore e ore… ma che poi è un lavoro simile a quello che facciamo noi! Non vedono tutti i luoghi in cui vanno e vivono in una perenne attesa di arrivare da qualche parte… Per cui per consolare questo povero camionista gli ho messo una moglie all’andata e una moglie al ritorno, almeno il viaggio è più leggero.

Certo che con i nobraino fate un bel “minestrone”, c’è dentro di tutto, dal folk al rock…

Si perché la band segue più l’ambientazione del brano piuttosto che imporre una sua natura specifica… a volte appare anche un po’ troppo eclettico ed ispira una certa critica. C’è chi dice che chi fa tutto non è buono a fare niente…insomma corriamo questo rischio

I nobraino si sono presi questo rischio, ma i rischi i nobraiono se li prendono anche sul palco. Adesso è diventata anche una moda che hai lanciato tu! Ricordi quando sul palco del 1°maggio ti sei rasato la testa, adesso va di moda….
Più di 1.000 concerti all’attivo per i Nobraino il live sembra essere una delle vostre caratteristiche più interessanti

È la dimensione dove la band dimostra di più ed la parte più divertente, il resto è forse più quello lavorativo. sono due pianeti completamente diversi quello della scrittura, dell’arrangiamento e dello studio con quello del live. Il live è sicuramente il pianeta più emblematico. I nostri live hanno un comportamento fisiologico, per cui quando certe cose diventano vecchie, vengono scartate, e sostituite da cose nuove… anche da un concerto all’altro il nostro concerto cambia, la scaletta non è mai la stessa.

 

 

È passato quasi un anno dalla nostra ultima chiacchierata ad Arezzo Wave…che ricordo hai di Arezzo Wave?

Siamo cresciuti con il mito di Arezzo Wave e ci siamo confrontati con una realtà un pò ridimensionata… ma ricordo in prima persona, la voglia e l’entusiasmo di mantenere viva la cosa, perché i festival come Arezzo Wave sono la linfa vitale per la cultura suonata in italia. È questo lo spirito che mi ricordo di più.

Grazie ragazzi

Grazie a voi