RALF: Arezzo Wave, amatissima, che c’è stata sempre per me ed io che ci sarò sempre per lei

Ralf è il mio amico elettronico!
Un amico di Arezzo Wave e della musica italiana, moderno ma con una saggezza antica che non scorda le sue radici, la sua Umbria. Una persona vera!
Mauro valenti

 

Arezzo Wave, i palchi di Arezzo Wave, il popolo di Arezzo Wave, le tende, nei camping di Arezzo Wave.
Le band stratosferiche ed i musicisti  che ce la vogliono fare a farsi sentire al mondo e noi con le orecchie aperte ed il cervello all’erta, a saltare e ad alzare le mani al cielo.
Elettro Wave. Perché con le macchine si può fare musica della madonna e Mauro e Dino lo hanno capito prima di tanti. Io a mettere i dischi dentro ai boschi. In quel capannone, a “suonare” i Pink Floyd all’arrivo del primo raggio di sole. Nelle grotte, al porto di Livorno, col mare, lì sotto, che batteva il tempo e tra gli olivi dell’amatissima Puglia. Allo stadio Picchi, con le gambe che tremavano, davanti al mixer, dopo Kraftwerk ed Aphex Twin, a suonare maldestramente la chitarra, insieme ai Frost, davanti ad un bel prato e dentro le aule a raccontare il mio mestiere.
Arezzo Wave, amatissima, che c’è stata sempre per me ed io che ci sarò sempre per lei.

 

Ralf – il più grande Dj italiano